mascherine-fuori-tutto-top-bannermascherine-fuori-tutto-top-banner
5% di sconto sul 1° ordine con il codice: PRIMOACQUISTO
Spedizione Gratuita in 24/48h sopra i 49€ di acquisto

Mascherine protettive per bambini: quali scegliere e quando farle indossare

Mascherine protettive per bambini: quali scegliere e quando farle indossare

Per far fronte e arginare la diffusione del nuovo Coronavirus, indossare mascherine protettive, non è mai stato così importante e fondamentale. Le mascherine proteggono sé stessi e gli altri e permettono di interagire in sicurezza in qualunque ambiente. Insieme al termometro ad infrarossi a distanza e ai prodotti igienizzanti spray, sono diventati elementi essenziali nella vita di ogni giorno.

 

La nostra salute e quella dei nostri cari è la prima cosa a cui ognuno di noi dovrebbe pensare. In questa situazione di allarme generale, ci sono poi alcuni soggetti più esposti all’epidemia e che per questo devono sempre essere tutelati. Con questo vogliamo riferirci ai bambini. Durante tutto questo lungo anno passato, i più piccoli hanno dovuto, come tutti, imparare ad utilizzare le mascherine protettive per bambini nella vita quotidiana. Come per noi, anche loro hanno accolto questo strumento di protezione individuale nella loro routine giornaliera. Non senza qualche difficoltà, aggiungiamo. Non è stato un cambiamento facile e, per quanto i più piccoli siano anche i più adattabili, molte situazioni si sono rivelate davvero pesanti e difficili.

 

Proteggerli sempre!

Il Ministero della Salute ha stabilito una norma che prevede che i bambini dai sei anni in su, debbano indossare sempre la mascherina, ove non fosse possibile il mantenimento della distanza di sicurezza. In realtà le mascherine protettive per bambini possono essere indossate già a partire dai due anni di età.

 

Come per gli adulti, affinché le mascherine protettive per bambini siano efficaci devono riuscire a coprire interamente il naso e la bocca. Devono essere fissate dietro alle orecchie, oppure dietro alla testa. È opportuno controllare le dimensioni del prodotto perché non deve essere troppo grande e, di conseguenza, scomodo da indossare. Nei luoghi di aggregazione sociale, come ad esempio nelle scuole, i piccoli sono obbligati ad indossare le mascherine protettive per bambini negli ambienti comuni e in classe (alle elementari, è un dogma che vale prima di sedersi al banco). I bimbi, come del resto anche tutti gli altri, devono anche lavarsi spesso le mani e rispettare la distanza dai compagni, come previsto dalla normativa.

 

Per quanto riguarda invece gli spazi aperti, anche i bambini sono tenuti ad indossare sempre le mascherine, quando giocano con altri coetanei. Fondamentale l’igienizzazione delle mani, a seguito di contatto con superfici che possono essere state toccate anche da altri bambini e adulti. Quando e dove non fosse possibile lavare le mani con acqua calda e sapone per almeno 40 secondi consecutivi, è possibile ricorrere a gel igienizzanti a soluzione alcolica. Si può usare, ad esempio, il MULTIUSI GEL di Germo Care, un gel Igienizzante mani da 75ml composto al 62% di alcool. Il formato tascabile lo rende particolarmente pratico da portare in giro. È semplice da utilizzare, asciuga in fretta e non lascia alcun residuo. Per i bimbi è particolarmente adatto perché lascia le mani fresche, morbide e profumate.

 

Mascherine protettive per bambini: come convincere i bambini ad indossarle

Abbiamo detto e visto che, qualche volta, è davvero difficile convincere i più piccoli ad indossare le mascherine. Non sempre e non tutti hanno l’età per capire quanto questo semplice gesto sia di fondamentale importanza per proteggere la loro salute. Non solo. Alcuni bambini sono particolarmente inclini a rispettare le regole, mentre altri fanno fatica e ne sono refrattari. Questo non significa che il bambino abbia una particolare avversione ad indossare una mascherina, piuttosto che a rispettare il distanziamento sociale. Si tratta più che altro di una contrarietà all’essere controllati, o a ricevere degli ordini.

 

In questi casi convincerli a mettere la mascherina potrebbe rivelarsi una vera e propria sfida. Il consiglio è quello di non mostrarsi come avversari. Piuttosto è meglio cercare una cooperazione attiva con il bimbo. Cercare semplicemente di costringere un bimbo ad eseguire un ordine, non serve a nulla ed è anzi controproducente. I bambini hanno uno spiccato senso civico e sociale, è possibile sollecitare questa inclinazione facendo loro presente che c’è bisogno del loro aiuto per mantenere in salute e al sicuro la comunità. In questo modo i bambini si sentiranno protagonisti e veri e propri eroi di tutti i giorni.

 

Abituarsi gradualmente alle regole

Anche i piccoli che non sono contrari ad indossare le mascherine protettive per bambini, potrebbero comunque essere restii a farlo per tutto il giorno a scuola. Inoltre, essendo stati lontani per molto tempo dai propri amici e coetanei, potrebbero anche faticare a rispettare il distanziamento sociale.

 

Alcuni studi però dicono che i soggetti che hanno già avuto modo ed occasione di abituarsi gradualmente alle regole, riescono a mantenere più facilmente le abitudini acquisite. Tradotto in altre parole significa che bisogna allenare i bimbi a portare la mascherina più volte al giorno. Prima per poco tempo e poi via via aumentando sempre di più il lasso di tempo in cui la indossano.

Cosa stai cercando?

Il tuo carrello